Vino, pane e lieviti: il Saccharomyces Cerevisiae

Buon anno nuovo, cari lettori de L’Eco del PaperCigno,

so che siamo quasi a febbraio ma il primo numero dell’anno esce oggi perciò siate comprensivi se il mio augurio arriva soltanto ora.

Abbiamo trascorso un 2013 ricco di novità e ce ne saranno altrettante durante questo 2014, sono emozionato perché so che vi piaceranno, anzi, vi sorprenderanno!

Non posso scrivere nient’altro a riguardo, il team de Le Manzane ha detto che devo mantenere il segreto per non rovinare la sorpresa, anche se non è così facile, quando si è entusiasti.

Durante il periodo natalizio ho navigato un po’ sul web e ho scoperto un sito che si chiama Evoluzione culturale, mi fa piacere condividerlo con voi.

L’autrice, Lucia Galasso, è un’antropologa dell’alimentazione.

Non vi preoccupate, era ignoto anche per me il significato di questa professione e per fortuna Lucia si presenta così:

L’antropologo alimentare si dedica, anima, corpo e stomaco, a studiare i processi e le dinamiche culturali connessi alla produzione, preparazione e consumo del cibo nelle diverse culture, alla loro storia e, in particolare, ai significati socioculturali a loro sottintesi.”

Vi chiederete cosa c’entri tutto questo con noi e sono pronto a un’immersione nei dettagli.

Avete presente quella domenica del 15 settembre quando ci siamo trovati tutti a vendemmiare nei nostri vigneti, con i non vedenti dell’UICI e i sommelier FISAR?

L’uva Glera che abbiamo raccolto è stata diraspata e il mosto è stato messo nelle vasche d’acciaio perché diventasse vino.

Sapete chi è che trasforma il mosto in vino?

Più o meno il solito “esserino” che fa crescere l’impasto della vostra pizza fatta in casa, o dei vostri panini quotidiani, il Lievito Saccharomyces Cerevisiae.

Dove abita il Saccharomyces? Vive nella vigna, sui grappoli d’uva e poi trasloca in cantina per agire durante la fermentazione.

Anche le bollicine del vostro Prosecco Superiore preferito nascono grazie allo stesso lievito che trasforma il Prosecco, ancora fermo, o tranquillo, in frizzante o spumante.

A me sembra meraviglioso che un piccolo, piccolissimo lievito possa creare fragranti pani lievitati e spumeggianti bevande come la birra e il vino che rallegrano il nostro quotidiano.

Sono affascinato da questo piccolo grande mondo che vorrei esplorare insieme con voi.

Se vi siete incuriositi potete leggere l’articolo di Lucia qui, sul suo sito: Lievito (Saccharomyces cerevisiae) e società umana

La ricetta del nostro Prosecco superiore sarebbe complessa da scrivere, ma posso darvi quella del pane, anzi, di molti tipi di pane.

Li trovate tutti qui, sul sito di una mia amica, Daniela Delogu. Sapete perchè il suo blog si chiama “senza panna”?

“il pane ti rende quello gli dai, se gli dai il tuo tempo (lo impasti molto e fai lievitazioni lunghe) ti dà il suo tempo (dura di più).” Alba Alleva, maestra del Cordon Bleu – Fonte: Senza Panna 

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere
il 10% di sconto sul tuo primo acquisto

Ciao hai bisogno di aiuto?