Crostoli o chiacchiere? La ricetta di Nonna Elsa

Anno 2023 nr 3

PaperCigno Goloso

 

Cari amici e amiche wine lovers, oggi voglio dar spazio al mio lato goloso, ma prima una domanda: 

 

CHIACCHIERE O CROSTOLI?

 

È il dolce più preparato e conosciuto in Italia in questo periodo dell’anno.

 

C’è chi li chiama chiacchiere, bugie, galani o sfrappole, oppure come me crostoli.
Sono moltissime le varianti regionali e si evidenziano non solo dal nome ma a partire dagli ingredienti e dalla preparazione.

Qui in veneto li chiamiamo CROSTOLI, e a mio parere sono i più speciali.
Pensate che io sia di parte? Certo che no!! 

Ora vi spiego perchè sono così particolari; i crostoli veneti si differenziano, dagli altri per la presenza della grappa all’interno dell’impasto che li rende unici e golosissimi.

 

Ma aspettate… è arrivato il vostro PaperCigno in soccorso! Siete pronti? 

 

Per far belle figura non potevo far altro che sbirciare nel quaderno segreto di nonna Elsa e recuperare l’autentica ricetta, necessaria per un successo assicurato!!

 

INGREDIENTI

  • 500 g Farina
  • 70 g Zucchero
  • 1 pizzico Sale
  • 2 Uova 
  • 3 Tuorli
  • 60 g Olio extravergine d’oliva
  • 60 ml Grappa SPRINGA 43
  • q.b.Zucchero a velo

PREPARAZIONE

Come insegna Nonna Elsa per realizzare i crostoLi è necessario armarsi di pazienza e tanta volontà.

  • Prima di tutto versa farina e zucchero su un piano di lavoro e forma un buco al centro.
  • Su una terrina sbatti prima le uova intere ed i tuorli, aggiungi poi un pizzico di sale e versa il tutto nel buco appena creato.
  • Unisci anche olio e grappa Springa 43.
  • Dopodichè inizia a prendere la farina esterna dei bordi e spostala verso il centro fino a coprire gli ingredienti liquidi. Facendo così comincia ad impastare energicamente, ecco qui ci vuole un pò di forza!
  • Impasta e lavora con le mani fino a che non ottieni un impasto liscio, omogeneo ed elastico.
  • Forma allora una palla e ricoprila con pellicola trasparente e mettila in frigorifero per mezz’ora circa.
  • È arrivato il momento di stendere l’impasto. Procurati una macchina per la pasta. Sicuramente le mamme o nonne avranno anche la riserva della riserva. Se così non fosse, niente pericolo, armati di mattarello e buona volontà!
  • Dovrai realizzare dei fogli sottilissimi, di pochi millimetri
  • Ora il momento che preferisco: Ritaglia la pasta a forma di rettangolo, importante poi creare anche dei tagli obliqui al centro per aiutare la cottura.
  • Scalda una padella con abbondante olio e friggi i crostoli per circa un minuto per lato, dovranno essere appena dorati!
  • Adagiali prima su un vassoio con carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso, poi ricoprili con abbondante zucchero a velo.
Pronti e perfetti da servire dopo pasto

 

Articoli correlati
Anno 2022 nr 6
Vendemmia Solidale 2022
Anno 2023 nr 8
Autunno è... Zucca
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere
il 10% di sconto sul tuo primo acquisto

Ciao hai bisogno di aiuto?