Una vendemmia di buon senso

“La vendemmia del secolo è nei vigneti dell’azienda Le Manzane

Ci potete scommettere, amici del PaperCigno e lettori dell’Eco,
quella che faremo nei nostri vigneti, sarà unica e speciale, in ogni Senso.

Domenica 15 settembre a raccogliere i grappoli di Glera con Osvaldo, Ernesto, Silvana e Marco Balbinot, ci sarò anch’io!
Insieme ai non vedenti e agli ipovedenti dell’associazione UICI, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e a tanti sommelier dell’associazione FISAR, Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori.

L’uva raccolta quel giorno seguirà un percorso particolare. Sarà vinificata e spumantizzata, quindi le bottiglie prodotte verranno vestite con un’etichetta scritta in Braille e dedicata all’ UICI. Successivamente ci occuperemo di vendere le bottiglie e una parte del ricavato sarà devoluta proprio all’ UICI.

Come abbiamo avuto questa meravigliosa e insolita idea? Ve lo dice direttamente Ernesto: «L’idea è nata dopo una cena al buio organizzata dall’Associazione Fisar che ha coinvolto i non vedenti. Noi abbiamo fornito lo spumante per la serata e ci siamo chiesti “se i non vedenti possono servire la cena, sono anche in grado di cogliere l’uva?” Lo abbiamo chiesto a loro e ci hanno risposto di sì, anzi, qualcuno è già abituato a vendemmiare l’uva del proprio vigneto a casa. Così nasce questa vendemmia che vede ancora una volta insieme i non vedenti e i sommelier fisar di Treviso»

Preparate forbici e guanti, potete cogliere un grappolo insieme a noi e partecipare a questa festa della vendemmia unica nel suo genere.

Dopo la mattinata di raccolta , potremo riprendere le energie con la ghiotta merenda che ci aspetta in cantina.

Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo”. Ernest Hemingway (1899 – 1961)

Articoli correlati
Anno 2021 nr 5
Vendemmia Solidale
Anno 2021 nr 9
Vendemmia Solidale 2021
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere
il 10% di sconto sul tuo primo acquisto

Ciao hai bisogno di aiuto?